Il Cervone (Elaphe quatuorlineata) è un serpente della famiglia dei colubridi.

È il più lungo serpente italiano ed uno tra i più lunghi d'Europa. La sua lunghezza può variare dagli 80 ai 240 cm, anche se raramente supera i 160. È di colore bruno-giallastro con le caratteristiche quattro scure barre longitudinali (da cui il nome scientifico).

È diffuso dall'Europa sudorientale all'Asia Minore. In Italia è frequente nelle zone centro-meridionali.
Predilige la macchia mediterranea, il limitare di boschi, i boschi radi e soleggiati o in genere i luoghi con vegetazione sparsa, le sassaie, i muretti a secco e gli edifici abbandonati. Ama gli ambienti caldi (24-34 °C) e umidi. Si può incontrare ad un'altitudine fino ai 1000 m sul livello del mare.

Nella provincia di Cosenza, mia zona di residenza, il Cervone è molto comune. Di frequente si trova nei dintorni dei pollai, dove riesce facilmente a nutrirsi di uova o pulcini; è facile vederlo anche negli orti e intorno a vecchi ruderi. A dispetto della sua mole imponente è molto docile e poco aggressivo, purtroppo però sovente è vittima dell'ignoranza e di quella tipica forma di retaggio ancestrale,  nutrita da molti nei confronti dei rettili, che porta inevitabilmente alla sua uccisione. Dopo averlo avuto vicino per questa sessione fotografica, superata una fase iniziale in cui anche io ho nutrito un po’ di timore, ho sentito una gran simpatia e un po’ di tenerezza nei confronti di questo meraviglioso animale.

 

 

View the embedded image gallery online at:
https://fotografonaturalista.com/cervone#sigFreeId819a3ebcc1